“I motori e gli azionamenti hanno un ruolo centrale nella lotta al cambiamento climatico” – dice il presidente di ABB Motion Morten Wierod

Nell’episodio sette di ABB DECODED, il presidente di ABB Motion Morten Wierod condivide come i motori e gli azionamenti possono contribuire in modo sostanziale all’efficientamento energetico.

Con oltre 300 milioni di motori e azionamenti utilizzati quotidianamente in tutto il mondo, è giunto il momento di sfruttare al meglio i loro benefici ambientali e di sostenibilità, afferma Morten Wierod, Presidente di ABB Motion, in questa ultima edizione di ABB Decoded. In termini di tecnologia onnipresente, i motori e gli azionamenti devono essere in cima alla lista. Non c’è quasi nessun aspetto della nostra vita quotidiana che non sia toccato da loro. “I motori elettrici e gli azionamenti a velocità variabile influenzano davvero il nostro stile di vita moderno”, spiega Wierod, “anche se la maggior parte di noi non ci pensa quotidianamente”.

L’argomento principale di Wierod in questo podcast è il ruolo che i motori e gli azionamenti efficienti dal punto di vista energetico possono svolgere nella lotta per un futuro più sostenibile. I motori elettrici consumano circa il 45% dell’elettricità globale, sottolinea, il che significa che ci sono enormi risparmi energetici da realizzare. “Nel 2020 le basi installate di ABB o i motori e gli azionamenti hanno risparmiato oltre 198 terawattora di energia. Entro il 2023, si stima che l’espansione di questa installazione aiuterà i nostri clienti a risparmiare ulteriori 78 terawattora all’anno”.

Un esempio di un progetto in cui sono stati realizzati risparmi significativi è stato nel Queensland, in Australia, dove un produttore di alimenti e bevande ha realizzato una riduzione del 14% del proprio consumo energetico grazie alla moderna tecnologia del motore sincrono a riluttanza.

L’efficienza energetica industriale ha la maggiore capacità di contrastare l’emergenza climatica

Per Wierod, ci sono due elementi centrali nella lotta al riscaldamento globale. Il primo è utilizzare la tecnologia per aumentare l’efficienza. Sebbene anche le fonti di energia rinnovabile abbiano un ruolo importante da svolgere, non possiamo usarle per sostituire abbastanza rapidamente le fonti di energia a base di carbonio. Pertanto, è necessario anche migliorare l’efficienza del modo in cui utilizziamo l’energia. “Uno dei miei obiettivi principali è continuare a stabilire standard più elevati e rendere questa tecnologia disponibile in tutto il mondo, in modo da poter davvero ottenere i risparmi di cui abbiamo bisogno per essere in grado di creare il futuro che tutti desideriamo”, afferma.

In secondo luogo, è fondamentale la cooperazione tra imprese, industria, decisori e autorità di regolamentazione. “Non possiamo farlo da soli. Abbiamo bisogno di impegno, collaborazione e azione da parte di tutte le parti interessate. Dobbiamo essere consapevoli delle opportunità”. Wierod afferma: “Credo che l’efficienza energetica industriale, più di ogni altra sfida, abbia la maggiore capacità di combattere l’emergenza climatica”.

Ascolta il podcast (in inglese)

Condividi questa storia